Carta del docente

È ufficialmente attiva per il nuovo anno scolastico,  dal 14 settembre 2017, per gli insegnanti di ruolo, la Carta del Docente, l’applicazione web che permette ai docenti di spendere 500 euro annui messi a disposizione per la formazione  utilizzando dei Buoni spesa elettronici per i beni o i servizi previsti. 

Oltre 9000 enti ed esercenti si sono già accreditati sulla piattaforma. In particolare, si tratta di 251 fra musei ed aree archeologiche, 510 tra enti di formazione, università ed altri esercenti, 8.406 Istituzioni scolastiche (per la parte della formazione) . Enti ed esercenti potranno continuare a registrarsi.

I 500 euro possono essere spesi generando sull’apposita piattaforma buoni di spesa che danno diritto ad ottenere il bene o il servizio presso gli esercenti o gli enti di formazione registrati. I 500 euro della Carta del Docente potranno essere spesi in qualunque momento, durante tutto il corso dell’anno scolastico, per:

  • l’acquisto di libri e di testi, anche in formato digitale;
  • l’acquisto di pubblicazioni e di riviste utili all’aggiornamento professionale;
  • l’acquisto di hardware e software; 
  • l’acquisto di strumenti musicali;
  • l’iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’Istruzione;
  • l’iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale;
  • l’acquisto di biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
  • l’acquisto di biglietti di musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
  • iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione.

Nello specifico, se si acquistano libri non è necessario che il tema del libro sia attinente alla disciplina insegnata, poiché viene riconosciuta l’importanza di una formazione del docente che riguardi sia le proprie competenze disciplinari, sia temi trasversali non riconducibili a una specifica professionalità. Per quanto riguarda l’hardware si evidenzia che deve essere utile per la propria formazione: quindi si all’acquisto di pc, tablet, notebook, all-in-one, ecc, no a quello per smartphone, dispositivi che hanno come finalità principale la comunicazione elettronica (e non la formazione del docente). Rientrano invece tra i prodotti acquistabili le stampanti 3D.

Per accedere alla piattaforma serve ottenere l’identità digitale SPID presso uno dei gestori accreditati (http://www.spid.gov.it/richiedi-spid). L’acquisizione delle credenziali SPID si può fare in qualunque momento, non c’è scadenza. Si tratta di un codice unico che consentirà di accedere, con un’unica username e un’unica password, ad un numero considerevole e sempre crescente di servizi pubblici (http://www.spid.gov.it/servizi).

Sulla piattaforma è disponibile il numero di un call center dedicato all’utilizzo della Carta per supportare gli insegnanti per problemi di ordine tecnico (Assistenza tecnica 800.863.119 dal lunedì al sabato, dalle 08.00 alle 20.00). 

I buoni di spesa generati dai docenti daranno diritto ad ottenere il bene o il servizio presso gli esercenti o gli enti di formazione registrati con la semplice esibizione su smartphone o tablet. La stampa sarà ovviamente possibile, ma non necessaria. I 500 euro della Carta del Docente potranno essere spesi in qualunque momento, durante tutto il corso dell’anno scolastico.

Il bonus insegnanti non speso nel 2016-2017 non verrà perso, e l’accredito avverrà automaticamente sulla piattaforma la Carta del Docente senza bisogno di presentare la rendicontazione delle spese. Al borsellino elettronico della Carta del Docente con i 500€ per l’anno 2017-2018 si aggiungeranno, quindi, le eventuali rimanenze.

 

REGISTRAZIONE E CREAZIONE BONUS           CARTA DEL DOCENTE          VIDEOGUIDA

 

 

 

 

 

Dimensione font
Contrasto